POLITICA ITALIANA – BERLUSCONI – VELTRONI: CHI E’ IL BUFFONE TRA I DUE?

ROMA – Momento delicato e drammaticamente comico della politica italiana con i leader dei due maggiori partiti che si scambiano infamanti accuse, laboriosi sospetti e soprattutto giocano, avicenda, ad accusarsi per un giro di miliardi (quelli del buco del Comune di Roma) di un malloppo di miliardi! Chi è il falsario e chi dice la verità dei due? C’è qualche saggia persona che sa dirci la verità sulla questione? Ricostruiamo i fatti. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi comunica che l’ex Sindaco di Roma Veltroni ha lasciato un debito’ romano’ di troppi miliardi di euro: un vero e proprio buco finanziario che metterebbe a gravissimo rischio le finanze della Capitale Italiana ed i suoi processi di sviluppo ed ammodernamento. Berlusconi, senza troppi giri di parole, serve il buon Veltroni con una parola chiara: ‘Fallito!’. Passano poche ore ed il leader del Partito Democratico replica. Walter Veltroni: “Il debito di otto miliardi del comune di Roma? Una bufala gigantesca e mediatica”. Durante una conferenza stampa l’ex sindaco della capitale ribatte alle accuse lanciate da Silvio: “Il neosindaco di Roma” – dice Veltroni – “ha subito una campagna decisa dal presidente del Consiglio per attaccare il capo dell’opposizione”. “Lui è l’ultimo” – dice Walter – “a poter parlare, visto che il suo governo ha lasciato 30 miliardi di debito”. Veltroni spiega, mostra tabelle e cifre “il buco è di 6,8 miliardi come certificato dalla Ragioneria generale di Stato, non ci sono dati occulti”.

“È molto pericoloso – riporta il settimanale Panorama – per Roma negare o minimizzare l’esistenza di un’obiettiva e grave emergenza finanziaria che investe il bilancio del Comune”, risponde in una nota di risposta alle parole di Veltroni il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Le affermazioni di Veltroni potrebbero dare nuovi argomenti a coloro che negano la necessità di un forte intervento governativo per risolvere la pesante crisi economico-finanziaria in cui versa il Comune di Roma. L’unico atteggiamento responsabile”, conclude il sindaco, “non è quello di alimentare ulteriori polemiche politiche, ma di attivare una collaborazione politica e istituzionale”.

La Verità – quella VERA – non la sapremo mai, e ci siamo abituati; ma continuare ad offendere il comune senso dell’intelligenza del cittadino è un reato grave, bipartizan che non ci fa guardare con serenità al futuro. Ed oscura – soprattutto – anche l’attuale presente.

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...