IL PAPA PROPONE IL DIGIUNO COME MEZZO PER SAZIARE LA FAME DI DIO NEL MESSAGGIO PER LA QUARESIMA 2009

CITTA’ DEL VATICANO – Il valore e il senso del digiuno come “arma spirituale” sono la proposta di Benedetto XVI nel suo Messaggio per la Quaresima 2009, presentato questo martedì nel corso di una conferenza stampa nella Santa Sede. “Possiamo domandarci quale valore e quale senso abbia per noi cristiani il privarci di un qualcosa che sarebbe in se stesso buono e utile per il nostro sostentamento”, afferma il Papa nel testo. Per questo, nella sua proposta per il periodo quaresimale, che inizierà il 25 febbraio, Mercoledì delle Ceneri, e durerà fino al 5 aprile, Domenica delle Palme, si sofferma ad analizzare il senso che ha avuto questa pratica sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento.

La visione cristiana

Il Pontefice mostra come Gesù parli del vero digiuno, che consiste nel “compiere la volontà del Padre celeste”. Egli stesso, osserva, ne dà l’esempio rispondendo a satana, al termine dei 40 giorni passati nel deserto, che “non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”. In questo modo, il Papa spiega che il vero digiuno “è dunque finalizzato a mangiare il ‘vero cibo’, che è fare la volontà del Padre”. “Con il digiuno il credente intende sottomettersi umilmente a Dio, confidando nella sua bontà e misericordia”, sottolinea.

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2193

Lascia un commento

Archiviato in BENEDETTO XVI, NEWS & INFO

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...