Archivi tag: ANGOLA

IL PAPA IN VOLO VERSO ROMA: COLPITO DALLA CORDIALITÀ ESUBERANTE CON CUI SONO STATO ACCOLTO.

Papa Benedetto XVI, incontrando di nuovo i giornalisti durante il volo di ritorno a Roma, ha detto di essere stato colpito, durante il suo viaggio in Camerun e Angola, dalla ”cordialità esuberante” con cui è stato accolto. La gente – ha osservato – vedendo il successore di Pietro si sente parte ”della stessa famiglia di Dio”. Un altro aspetto che lo ha colpito, ha proseguito, è stato ”il forte senso del sacro” e ”lo spirito di raccoglimento” dei fedeli africani. I loro movimenti, ha detto – sono sempre pieni di rispetto, con una forte coscienza della presenza divina nei riti”. Benedetto XVI ha anche riferito di essere stato particolarmente ”toccato” dall’incontro avuto con il mondo della sofferenza nel centro ‘Cardinal Leger’, a Yaoundè, in Camerun. ”Ho potuto constatare – ha spiegato – l’esistenza di una collaborazione tra Chiesa e Stato verso i malati”. ”Credo – ha aggiunto – che l’uomo, aiutando i sofferenti, diventi più buono, più umano”. Il Papa ha anche raccontato di aver lavorato con i vescovi africani per la preparazione del prossimo sinodo continentale, che si terrà in Vaticano a ottobre. Sempre a Yaoundè vi è stato, ha detto, un importante scambio di informazioni. ”Ad esempio, la Chiesa del Sudafrica, uscita da un’esperienza di riconciliazione nazionale molto difficile, sta cercando di aiutare nel vicino Burundi e anche in Zimbabwe, non senza diversi ostacoli”. Il Papa ha infine ringraziato tutti quelli che hanno collaborato alla riuscita del viaggio. ”Un grazie – ha detto – dovrebbe concludere questa nostra avventura”.

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2403

Lascia un commento

Archiviato in BENEDETTO XVI, NEWS & INFO

AFRICA – IL SANTO PADRE: “PUNTARE SUL VANGELO E SULLE DONNE PER SCONFIGGERE LE TENEBRE DELL’AFRICA”

LUANDA (ANGOLA) – Sono tante le “tenebre” che “oscurano” l’Africa e contro le quali bisogna combattere. Benedetto XVI le ha elencate nella straordinaria celebrazione Eucaristica alla spianata di Cimangola, alla periferia di Luanda, dove si sono radunati, per l’occasione, circa due milioni di fedeli. “Pensiamo – ha elencato il Papa – al flagello della guerra, ai frutti feroci del tribalismo e delle rivalita’ etniche, alla cupidigia che corrompe il cuore dell’uomo, riduce in schiavitu’ i poveri e priva le generazioni future delle risorse di cui hanno bisogno per creare una societa’ piu’ solidale e piu’ giusta”. Per il Pontefice, a ben vedere, la radice di questi mali antichi dell’Africa e’ sempre in quell’insidioso spirito di egoismo che “chiude gli individui in se stessi, divide le famiglie e, soppiantando i grandi ideali di generosita’ e di abnegazione, conduce inevitabilmente all’edonismo, all’evasione in false utopie attraverso l’uso della droga, all’irresponsabilita’ sessuale, all’indebolimento del legame matrimoniale, alla distruzione delle famiglie e all’eliminazione di vite umane innocenti mediante l’aborto”. Il Vangelo, afferma pero’ il Santo Padre, puo’ liberare da queste catene antiche e nuove. “Sono venuto in Africa – confida – per predicare un messaggio di perdono, di speranza e di una nuova vita in Cristo”. Poi lancia il suo appello “all’intero Popolo di Dio in Angola e in tutta l’Africa del Sud: Alzatevi, riprendete il vostro cammino”.

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2402

1 Commento

Archiviato in BENEDETTO XVI, CHIESA IN AFRICA, NEWS & INFO

BENEDETTO XVI LASCIA AL CAMERUN UN MESSAGGIO DI SPERANZA: ‘ELIMINARE INGIUSTIZIA, FAME E POVERTA’

IN VOLO PER L’ANGOLA – I discorsi del presidente del Camerun Paul Biya e quello del Papa, il saluto anche alla moglie Chantal, gli onori militari, e poi la partenza dall’aeroporto di Yaoundè. Si è chiusa così la prima tappa del primo viaggio del Papa in Africa. “Dio benedica questo bellissimo Paese, l”Africa in miniatura’, un Paese di promesse, un Paese di gloria”: con questo augurio il Papa lascia il Camerun. Benedetto XVI ha ringraziato per “la generosa accoglienza” ricevuta. “Il calore del sole africano ha trovato il suo riflesso nel calore dell’ospitalità che mi è stata offerta”, ha detto Papa Ratzinger. “Popolo del Camerun – ha detto Papa Ratzinger – vi incito a cogliere l’importanza del momento che il Signore vi ha dato. Rispondete alla sua chiamata che vi impegna a portare riconciliazione, guarigione e pace alle vostre comunità e alla vostra società. Operate per eliminare l’ingiustizia, la povertà e la fame ovunque le troviate”. Il Papa ha ricordato i momenti salienti della sua permanenza in Camerun. “Molte delle scene di cui sono qui stato testimone mi rimarranno profondamente impresse nella memoria: nel ‘Cardinal Leger Center’ era molto commovente osservare la cura riservata ai malati e ai disabili – ha osservato il Pontefice – alcuni tra i membri più vulnerabili della nostra società. Questa compassione simile a quello di Cristo è un segno sicuro di speranza per il futuro della Chiesa e per il futuro dell’Africa”. Benedetto XVI ha infine ricordato l’incontro con i membri della comunità musulmana in Camerun, “altro momento culminante che porterò con me”.

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2395

Lascia un commento

Archiviato in BENEDETTO XVI, CHIESA IN AFRICA, NEWS & INFO

Benedetto XVI. “Dio autore della vita”

IL VIAGGIO DEL PAPA IN AFRICA

TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SU

http://www.papaboys.it/news/index.asp

Lascia un commento

Archiviato in BENEDETTO XVI, CHIESA IN AFRICA, DIALOGHI APERTI, NEWS & INFO, TESTIMONIANZE

CAMERUN E ANGOLA SI PREPARANO A RICEVERE IL PAPA. LA ‘PRIMA’ DEL SANTO PADRE IN AFRICA

CITTA’ DEL VATICANO – Si susseguono a Yaoundé e a Luanda, capitali rispettivamente del Camerun e dell’Angola, le iniziative in preparazione della visita del Papa. Come noto da tempo, infatti, Benedetto XVI si recherà, dal 17 al 20 marzo, a Yaoundé da dove poi raggiungerà Luanda per trattenersi con il popolo angolano sino al 23 dello stesso mese. In Camerun il Papa consegnerà ai vescovi africani il documento di lavoro della prossima assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei vescovi; a Luanda celebrerà la ricorrenza dell’inizio dell’evangelizzazione del Paese. Sarà la prima visita di Benedetto XVI al grande continente dall’inizio del suo pontificato. La prima parte del viaggio ha certamente un significato teologico-pastorale ed esprime innanzitutto la continuità della riflessione della Chiesa universale sul futuro della Chiesa in Africa. Fu proprio a Yaoundé infatti che Giovanni Paolo II consegnò con l’Ecclesia in Africa, nel 1995, il frutto del lavoro svolto durante la prima assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei vescovi, svoltosi l’anno prima. A Yaoundé dunque per riprendere il cammino. L’arrivo nella capitale camerunense è previsto per il pomeriggio di martedì 17. Il Papa partirà da Roma alle 10 circa. All’aeroporto internazionale di Yaoundé si svolgerà la cerimonia di benvenuto. Il resto della giornata trascorrerà poi libera da impegni ufficiali.

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2335

Lascia un commento

Archiviato in BENEDETTO XVI, CHIESA IN AFRICA, NEWS & INFO