Archivi tag: curisità

L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PAPABOYS: VOGLIA DI COMUNICARE. INTERNET E’ LA PIAZZA PIU’ GRANDE

ROMA – Proprio nella giornata odierna si festeggia il ‘compleanno’ della rete mondiale internet, il luogo dove la globalizzazione si fa paese reale, e la ‘superiorità’, sia di gruppi che di singole individualità puo’ trovare residenza stabile, ma anche precarità; il tutto dipende sì dal denaro, ma nel caso della ‘rete mondiale’ non sempre. Noi dei Papaboys pensiamo sostanzialmente che la prima sfida sia quella del cuore, del ‘dover’ fare; della capacità – in libertà – di scegliere se fare, e cosa fare; decidere – in libertà -, se servire – e chi servire. L’avventura del sito ufficiale dei Papaboys (i giovani del Papa, chiunque sia il Papa…) http://www.papaboys.it ha iniziato la sua avventura reale-virtuale nel 2001, arrivando proprio in questo periodo nel 2009 ad 8 anni di esperienza e presenza sulla rete. Certo che mantenere un sito attivo (anche se con alcuni periodi di pausa e riflessione e difficoltà economiche) non è per niente facile, ma ad oggi la Santa e Divina Provvidenza (se è Lei che ci mantiene davvero!) ci ha permesso di restare presenti!

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2367

Lascia un commento

Archiviato in ASSOCIAZIONE PAPABOYS, NEWS & INFO

‘LE SETTE STANNO CERCANDO DI DISTRUGGERE LA CHIESA!’. DENUNCIA DEL CARDINALE WAMALA A 30 GIORNI

ROMA – In edicola il nuovo numero di ’30 GIORNI nella Chiesa e nel mondo’, la rivista internazionale diretta da Giulio Andreotti, che pubblica una esclusiva intervista che vi proponiamo con l’arcivescovo emerito di Kampala: «Io credo personalmente che ci sia un attacco sistematico di forze straniere contro la Chiesa. Vogliono distruggere la Chiesa tradizionale, anzi direi le Chiese tradizionali. Anche le Chiese protestanti storiche e quella anglicana hanno lo stesso problema. Le nuove sette aggrediscono anche loro. Da trent’anni. Prima non c’erano, se ne parlava in Kenya, ma non qui» «Ex Africa lux», diceva papa Wojtyla in uno dei suoi motti fulminei e inebrianti. Il cardinale Emmanuel Wamala, primate emerito d’Uganda, è come un vecchio leone che ne ha viste tante. Conosce i problemi di sempre che attanagliano il suo Paese e tutto il Continente. La sua saggezza scaltra e il suo realismo lo rendono immune dalla retorica dei professionisti dell’entusiasmo, ma anche dal virus della rassegnazione e della autocommiserazione. 30Giorni lo ha incontrato a Kampala, sulla collina di Nsabya, nella residenza che ospitò papa Paolo VI nel suo storico viaggio in Uganda, nel 1969. Quarant’anni dopo, un altro successore di Pietro sta per compiere la sua prima visita pastorale in terra africana. Mentre in Vaticano si prepara un’assemblea straordinaria del Sinodo dei vescovi interamente dedicata alle attese, alle urgenze e alle speranze delle Chiese e delle società africane.

Eminenza, come giudica il momento attuale che sta vivendo il suo Paese?

Per leggere tutto il testo visita:  http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2187

Lascia un commento

Archiviato in CHIESA IN AFRICA, NEWS & INFO

E-JUMPING TRA GIOVANI E ISTITUZIONI, PER UNA NUOVA COMUNICAZIONE

Un vento forte d’innovazione percorre la Provincia di Brescia, attraversa il suo territorio e arriva ai suoi cittadini, a cominciare dai più giovani. Lo ha portato il Mobile Experience Lab del Massachusetts Institute of Thecnology (MIT) di Boston, su invito dell’Assessorato provinciale all’Innovazione, che ha messo a disposizione risorse e professionalità per la realizzazione del progetto e-jumping. Da oggi, il modo di comunicare con la Pubblica Amministrazione non sarà più lo stesso e i giovani avranno a disposizione un nuovo strumento elettronico per interagire tra loro e sentirsi un po’ più sicuri. Un anno di lavoro e di studio, all’interno del laboratori del MIT e sul territorio bresciano, ha portato alla realizzazione di e-jumping e della sua prima applicazione concreta ride.link. Tre gli elementi fondamentali dell’iniziativa: un wearable device (un braccialetto hi-tech), il telefono cellulare e una piattaforma di social networking. Sul piatto la creazione di un sistema di relazione e comunicazione tra i giovani che impiega la piattaforma e il cellulare, creando un ponte d’interazione tra il mondo internet e quello mobile utilizzando un braccialetto.

La prima funzionalità sviluppata (ride.link) è legata al tema dell’alcol e degli incidenti stradali: il dispositivo consente ai ragazzi di verificare il proprio tasso alcolico e, in caso di necessità, di inviare un sms per richiedere un passaggio agli amici. Una situazione di “bisogno”, anziché trasformarsi in uno stato di “pericolo”, diviene un’occasione di “gioco”, in cui i ragazzi restano in contatto tra di loro, affermando comportamenti positivi grazie alla semplicità di funzionamento dell’applicazione nonché a sistemi di punteggi e premi. All’interno del braccialetto ci sono un sensore di precisione che rileva il tasso alcolico, un display collegato a un microprocessore e un modulo bluetooth. Soffiando nel braccialetto, si misura il tasso alcolico e, in caso di bisogno, si attiva ride.link, evitando di mettersi alla guida in stato di ebbrezza. Il braccialetto, utilizzando il cellulare, interagisce con la piattaforma ride.link su cui l’utente è registrato e ha già individuato la lista di amici “cui rivolgersi in caso di bisogno”, e gestisce tutte le comunicazioni necessarie per individuare la persona che per vicinanza, affidabilità e disponibilità può offrire un passaggio.

Per leggere tutto il testo visita: http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2006

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

‘DAL TRAMONTO ALL’ALBA PER LA VITA’. SALE LA VOCE DA 40 CITTA’ ITALIANE. MOBILITAZIONE DEI CATTOLICI

ROMA – Questo Venerdi’ notte (DALLE ORE 21 FINO ALLE 6 DEL SABATO MATTINA) si prega per la vita in 40 città italiane, con Veglie, Adorazioni e Celebrazioni Eucaristiche. L’iniziativa si chiama ‘DAL TRAMONTO ALL’ALBA PER LA VITA’ ed è nata da uno spunto dei movimenti eucaristici nazionali e dalle cappelline di Adorazione Eucaristiche che sono presenti in 40 città del belpaese. Anche la nostra Associazione Nazionale Papaboys ha garantito presenza in questa preghiera, anche attraverso i gruppi di preghiera presenti nelle varie regioni italiane. Le Associazioni che promuovono l’incontro: Associazione Eucaristica Nazionali, Gruppi di Adorazione Perpetua, Associazione Nazionale Papaboys, Movimento per la Vita, Centri di Aiuto alla Vita, Cappellanie delle Università, Basilica di Sant’Anastasia in Roma, Adunanza Eucaristica, Youth for Life Gerusalemme, Gruppo Amici del Signore.

VEGLIA DI PREGHIERA PER ELUANA
di Padre Alberto Pacini
Rettore Basilica di Sant’Anastasia

E’ il dovere sacrosanto dell’essere umano il tutelare la vita dal suo misterioso formarsi nel grembo di una donna, fino al suo naturale concludersi. Tutto il tempo che la vita umana è in essere, sia in piena salute che nella debolezza della malattia o della disabilità dobbiamo tutelarla: il che vuol dire che non si devono contare gli sforzi e le energie profuse a custodire questo dono tanto prezioso.

Già la follia umana si è pronunciata milioni di volte nel negare il valore della vita, quando la si è soffocata nel grembo di donne in fiore o mature che, ingannate e sopraffatte dal loro carico di umanità non sono state aiutate a chiamare la realtà col suo nome: omicidio di innocenti!

Per leggere tutto il contenuto del testo visita: http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=1975

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO