Archivi tag: follia

IN CARCERE SI VA PERCHE’ PUNITI NON PER ESSERE PUNITI

RIFLESSIONE – Privazione della libertà personale nel rispetto della dignità di ogni cittadino detenuto. In questo inciso, lo scopo e l’utilità per ogni forma di prevenzione e risocializzazione possibili. Eppure qualcosa sfugge alla razionalità degli sforzi profusi per rendere il carcere un luogo di pena ma anche un tragitto di vita e di speranza. “Nessuno può essere sottoposto a tortura o a trattamenti o pene inumani o degradanti”, parole, una dietro l’altra, messe in fila per meglio fare chiarezza di una dimensione sottaciuta, mai del tutto svelata, parole che hanno il carico dell’obbligo assoluto e inderogabile. Sul carcere, sulle persone detenute, sulla colpa, il martello della bugia non conosce stanchezze, si alimenta sulla conflittualità quotidiana, che fa della comunicazione un’arma contundente, perché quasi certamente verrebbe alla luce una ordinaria follia di sopravvivenza. C’è un tentativo di ridurre ogni cosa a una sorta macabro gioco infantile, vittimismo, pietismo, solidarietà stiracchiata qua e là, non fanno del bene all’Istituzione carceraria, tanto meno alla popolazione detenuta, bensì, rischiano di annientare le ultime resistenze umanitarie, di cancellare maturità e speranze, di stroncare quel che rimane del senso di Giustizia, quel principio autorevole che consegna e difende il rispetto della dignità di ciascuno, anche in un penitenziario, persino all’interno di una cella incredibilmente sovraffollata.

continua su: http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=4210

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

‘SGUARDO IN TV’ – DOCTOR HOUSE MD/ OLTRE IL MEDICO MISANTROPO C’È UN UOMO CHE DOMANDA

TV TV TV – Riprende la trasmissione su Canale 5 della serie House MD, la storia del medico misantropo e asociale, campione di gradimento nel pubblico di ogni età. Molti siti sul web si sono occupati della nostra lettura del fenomeno “House MD”, su cui abbiamo recentemente scritto un breve saggio (House MD: follia e fascino di un cult movie. Cantagalli ed). Anche sul sito dell’American Journal of Bioethics, una delle maggiori riviste mondiali di bioetica, se ne parla stupiti, in un articolo (“Dr House is pro-life? Just ask the Vatican”) Abbiamo infatti voluto sottolineare che il vero fenomeno del “fenomeno House” non è altro che un chiaro, evidente, ineluttabile esplosione di senso religioso. Già: il medico misantropo e dichiaratamente ateo pieno di senso religioso? Proprio così, ma per capirlo, bisogna sapere cos’è il senso religioso. Non ci stupisce che la cultura di oggi confonda il buono col religioso: si crede proprio che il senso religioso sia un fatto da anime pie e predestinate all’ascesi. Cioè un fatto per pochi che vivono in una dimensione diversa da quella delle persone comuni.

continua su

http://www.papaboys.it

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

IL RAZZISMO NEGLI STADI È UNA VERGOGNA, FRUTTO DI AUTENTICA FOLLIA.

RAZZISMO – Anche sabato scorso,per la cronaca, prima di Fiorentina- Roma si sono registrati tafferugli. Del triste ed assurdo fenomeno abbiano parlato con il giornalista- scrittore e tifoso juventino, Idris. Dunque Idris, come valuta i cori di ispirazione razzista nei confronti del giocatore Balotelli di qualche giorno fa a Torino?: “ una vergogna. Penso che lo stadio sia un posto dove si debba andare per fare festa, per gioire ed anche di dolore, quando la squadra del cuore perde, anche se nella vita esistono dolori ben più seri e forti come il terremoto in Abruzzo o la peste suina. Ritengo che anche il calcio vada sdrammatizzato e preso nella giusta misura”. Pensa che sia un reale fenomeno di razzismo o solo una stupidata, figlia di ignoranza?: nella maggior parte dei casi trovo che si tratti di delinquenti esaltati, che si nascondono dietro ideologie politiche per combinare guai. In ogni caso trovo assurdo fischiare un calciatore per il colore della sua pelle. Ritiene che il clima politico italiano di questi tempi favorisca il proliferare del razzismo negli stadi e fuori?: bella domanda. Effettivamente si respira anche nell’arena politica, nella classe dirigente del Paese una certa aria che ammicca al razzismo e che discrimina volentieri il diverso. Basti pensare ad alcune leggi o progetti che mi sono sembrati ed ancor oggi mi sembrano di ispirazione razzista. Quindi la mia idea è che effettivamente oggi in Italia ci sia un clima generale che favorisce il razzismo e di riflesso quegli zoticoni da stadio….

Per leggere tutto il testo visita: http://www.papaboys.it/nazionale/read.asp?id=120

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO