Archivi tag: ministri

FRATTINI INVOCA “RADICI CRISTIANE UE”

Il capo della diplomazia italiana ha espresso apprezzamento per le recenti dichiarazioni del primo ministro britannico David Cameron, che ha criticato il concetto di società multiculturale per come è stato realizzato in Gran Bretagna.

UE – Un’Europa che non abbia una base comune nelle radici cristiane e che non s’impegni in maniera efficace nella tutela dei cristiani perseguitati nel mondo è più debole. Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha approfittato della sua visita in Repubblica ceca, un paese che condivide la stessa ottica su quest’argomento, per ribadire la richiesta di una posizione comune, che si concretizzi in una risoluzione apparovata dai ministri degli Esteri dell’unione, e ha espresso apprezzamento per le recenti dichiarazioni del primo ministro britannico David Cameron, che ha criticato il concetto di società multiculturale per come è stato realizzato in Gran Bretagna. Ieri, in Indonesia, due chiese cristiane sono state attaccate da fondamentalisti islamici che chiedevano l’eliminazione di un cristiano accusato di blasfemia.

Frattini ha parlato durante e dopo una conferenza stampa congiunta col ministro degli Esteri ceco Karel Schwarzenberg, che ha espresso una visione comune su questo punto. L’attacco avvenuto nell’isola di Giava, che ha portato all’incendio di due chiese e al saccheggio di un terzo luogo di culto, per Frattini è “un ulteriore dimostrazione di fanatismo anti-cristiano”, un attacco ai “diritti fondamentali della persona” che, tra l’altro, ha una valenza doppia, visto che è stato realizzato perché si chiedeva l’esecuzione di un cristiano accusato d’aver pronunciato parole contro l’Islam. “I radicali islamici – ha spiegato il ministro – chiedevano la condanna a morte per un cristiano per il cosiddetto reato di blasfemia: sono quindi due le dimostrazioni di quanto possano essere violati i diritti fondamentali”.

Il capo della diplomazia italiana s’è detto certo che il governo di Giacarta “darà una risposta molto ferma” all’attacco. Ma il ministro ha chiarito che l’Europa, di fronte a questi reiterati attacchi non può stare a guardare. “L’Europa esca dalla pigrizia e dalla timidezza” su questi temi”, ha chiesto Frattini, aggiungendo che l’alto responsabile della politica estera dell’Ue Catherine Ashton “ha promesso” di portare di nuovo all’esame dei ministri degli Esteri un testo di risoluzione sulla difesa dei cristiani nel mondo, cosa che potrebbe già accadere alla prossima riunione dei ministri.

continua su: http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=4310

Annunci

1 Commento

Archiviato in NEWS & INFO

PROGETTO FONDAZIONE ANIA PER LA SICUREZZA STRADALE

Locandina_IO_DISSUADO

Le persone sanno che “la velocità uccide”, eppure il loro comportamento di guida reale sembra non riflettere questo assunto. Giornali, ricerche sociali, istituzioni continuano a evidenziare la pericolosità della velocità al volante, ma le persone, di fatto, non ne tengono conto. Secondo una recente ricerca europea, in ogni istante il 50% dei guidatori supera i limiti di velocità consentiti (Fonte: OECD/ ECMT, 2006). Il progetto Io dissuado intende contribuire ad incidere, modificandolo, su questo atteggiamento mentale e comportamentale senza far leva su un facile terrorismo o una condanna morale, ma fornendo alle persone un’evidenza razionale, “Rallentare uccide di meno”, che fa appello alla loro intelligenza e alla sensibilità di individui e di membri della collettività. L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare il grande pubblico sul tema della sicurezza stradale, stigmatizzando comportamenti e atteggiamenti scorretti alla guida.

 Io dissuado

Io dissuado è un progetto di sensibilizzazione e di comunicazione che prevede l’utilizzo di più media:

  • Stampa quotidiana e periodica (da meta aprile a metà ottobre)
  • Internet
  • Evento a Roma
  • Relazioni pubbliche

 Attraverso un elemento simbolico, il dissuasore di velocità, vengono invitati tutti, in quanto tutti possibili vittime di incidenti stradali, ad essere testimonial di una campagna contro la velocità. Tutti sono invitati a diventare “dissuasori umani” di un comportamento scorretto che provoca ogni anno più vittime di una guerra.

L’evento

L’obiettivo dell’evento è quello di sensibilizzare la pubblica opinione, grazie ai media nazionali ed internazionali, rispetto al dramma quotidiano degli incidenti e delle vittime della strada attraverso un evento di massa, spontaneo, colorato e pacifico. Migliaia di persone si raduneranno a Roma domenica 11 ottobre 2009 per formare un cordone di “dissuasori umani”, proprio come viene visualizzato nella campagna stampa.

Il giorno dell’evento

La mattina dell’evento, alle ore 9.30, si raduneranno in via dei Cerchi tutti coloro che hanno aderito alla manifestazione. Verranno allestiti punti informazione e di ristoro ed aree destinate ai servizi. I volontari riceveranno le istruzioni utili da un coreografo di massa e dal suo team. Verso le ore 12.30, sotto la loro regia, i presenti si sdraieranno a terra, formando così una “colonna di dissuasori umani”. E’ previsto un momento musicale di grande impatto emotivo per dare la massima solennità all’iniziativa. Max Gazze ed Eugenio Finardi chiuderanno la manifestazione, verso le 13, con una performance musicale creata ad hoc per l’evento. Interverranno, inoltre, con la loro testimonianza personaggi dello sport e dello spettacolo. A tutti i partecipanti verrà regalata una T-shirt celebrativa dell’evento e materiale informativo sulla sicurezza stradale.

 Location

Roma, in quanto capitale d’Italia, deve essere rappresentativa di un Paese che ha deciso di iniziare una pacifica campagna contro la morte sulle strade. Per questa ragione è stata scelta la Città Eterna, in un luogo simbolico ed altamente suggestivo, via dei Cerchi (zona Circo Massimo), quale location della manifestazione.  

 

Patrocini

Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Comune di Roma.

 

Sito internet per iscrizioni ed informazioni

www.iodissuado.it

 

Segreteria organizzativa

e-mail: redazione@iodissuado.it

cell:  3317779242

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

IL PAPA IN VISITA ALL’AMBASCIATA D’ITALIA PRESSO LA SANTA SEDE: ‘RISPETTO LAICITÀ STATO’


CITTA’ DEL VATICANO – Benedetto XVI ha visitato l’ambasciata italiana presso la Santa Sede. Ad accoglierlo, l’Ambasciatore Antonio Zanardi Landi, il ministro degli esteri, Franco Frattini, quello delle Infrastrutture, Altero Matteoli, quello ai Beni Culturali, Sandro Bondi, e i sottosegretari alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta e Paolo Bonaiuti. La “presenza di alcuni membri del governo sta a significare non ufficialità, ma genuino e personale interesse per le relazioni con il Vaticano, nonchè altissimo rispetto e grande considerazione per la persona del Pontefice”, ha detto Letta, nel suo saluto all’illustre ospite, nella cappella della residenza diplomatica italiana. “La sua presenza qui, Santità – ha osservato ancora Letta -, ci conferma che la strada percorsa assieme in questi ottanta anni di vita del Trattato Lateranense e di venticinque del nuovo Concordato è contrassegnata da una più che soddisfacente evoluzione del rapporto bilaterale, che conferma la attualità e la validità dello strumento concordatario”. Il sottosegretario Letta ha rivolto l’indirizzo di omaggio al Papa, “in assenza del Presidente del Consiglio – ha spiegato -, impegnato proprio in queste ore in un evento di carattere familiare fissato ormai da molti mesi (il matrimonio della figlia Marina, ndr)”. “Sono contento di incontrare voi che costituite la comunità di vita e di lavoro di questa ambasciata. Vi saluto tutti con affetto insieme ai vostri familiari. Un saluto speciale dirigo al signor sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che mi ha recato il saluto del presidente del Consiglio e mi ha rivolto un caloroso benvenuto, facendosi interprete dei vostri sentimenti”. Così Benedetto XVI ha risposto alle parole di benvenuto di Gianni Letta. “In questa mia breve visita all’Ambasciata d’Italia, il primo appuntamento – ha aggiunto il Pontefice – si tiene in questa bella Cappella appena restaurata e rinnovata, dedicata ad un Santo, il cui nome è indissolubilmente legato a questo palazzo: San Carlo Borromeo, vescovo che dedicò ogni sua cura all’Arcidiocesi di Milano”. “Quella tra Italia e Santa Sede rappresenta un’intesa quanto mai importante e significativa nell’attuale situazione mondiale, nella quale il perdurare di conflitti e di tensioni tra popoli rende sempre più necessaria una collaborazione tra tutti coloro che condividono gli stessi ideali di giustizia, di solidarietà e di pace, ha poi sottolineato Benedetto XVI. Il Vaticano “si rallegra” della distinzione tra Stato e Chiesa, ma tiene a “risvegliare nella società le forze morali e spirituali e richiamare il valore che hanno per la vita non solo privata ma anche e soprattutto pubblica alcuni fondamentali principi etici”, ha quindi evidenziato il Papa.

Per leggere tutto il testo visita: http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2036

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

‘NON SOLO FANNULLONI’, MINISTRO BRUNETTA APRE CONCORSO ‘PREMIAMO I RISULTATI’. DOMANDE FINO AL 6/10

ROMA – L’iniziativa “Non solo fannulloni”, lanciata dal ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, entra nel vivo con il Concorso “Premiamo i risultati”. Tutte le amministrazioni e gli uffici pubblici sono infatti invitati a inviare online (accedendo alla sezione “Non solo fannulloni” del sito del Ministero www.innovazionepa.it) i loro piani per migliorare la performance in quattro aree prioritarie: la qualità dei servizi e la soddisfazione dei clienti; la gestione e la soddisfazione del personale; le relazioni con gli stakeholder nella progettazione e valutazione dei servizi; la riduzione dei costi di funzionamento.

Fino al 6 ottobre prossimo – comunicano dal Ministero – è possibile la compilazione online della domanda di candidatura, con la quale le amministrazioni e gli uffici pubblici possono partecipare al Concorso, impegnandosi per il 2009 in interventi di miglioramento delle loro performance. L’elemento nuovo di questo concorso è proprio il focus sui risultati, che devono essere misurabili e che saranno verificati anche attraverso visite on site. I risultati conseguiti potranno anche costituire la base per introdurre elementi di premialità e di riconoscimento del merito nell’ambito della contrattazione decentrata, a partire dalla nuova tornata contrattuale.

Per leggere tutto il testo visita: http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=1793

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO

CONTRO UN GENOCIDIO CULTURALE: NOVE AZIONI PER PROMUOVERE L’INTEGRAZIONE ROM IN ITALIA

Di Paola Severini

ROMA – La vittoria del centrodestra alle ultime elezioni non è stata giocata sul filo di lana come nelle precedenti: Berlusconi e il centro-destra hanno vinto in modo inequivocabile e buona parte di questa vittoria è stata provocata dalla richiesta di sicurezza e dalla condizione di precarietà (economica, lavorativa, riguardo la fruizione dei servizi essenziali) che questo nostro stanco e vecchio Paese vive quotidianamente con sempre più ansia e paura. L’ansia per l’oggi e la paura per il domani sembrano essere gli stati d’animo più comuni tra la gente, e la televisione, compagna fedele e ossessiva delle nostre giornate, non fa che ripeterci quanti e quali siano i disastri che anni di incuria e di lasciar correre hanno creato nelle nostre città gli extracomunitari, gli zingari, i romeni…… (continua)

LEGGI TUTTO IL SERVIZIO SU:

http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=1420

Lascia un commento

Archiviato in NEWS & INFO